Zibello - Spirito di November Porc

NOVEMBER PORC a Zibello: invito alla …. Corte di Re Culatello

La “tappa” della manifestazione abbraccia il centro rinascimentale della città-simbolo del Re dei salumi – Il mercato si terrà anche nel Chiostro dei Padri Domenicani – Le “panchine rosse” – E domenica, dopo la distribuzione dello Strolghino più lungo, concerto in quel “gioiello” che è Teatro Pallavicino

 

NOVEMBER PORC …. Speriamo ci sia la nebbia! “fa tappa” a Zibello da venerdì 17 a domenica 19 novembre. La manifestazione della Strada del Culatello di Zibello DOP è itinerante e si tiene in una località della Bassa diversa per ognuno dei fine settimana di novembre, pertanto dal 24 al 26 sarà a Roccabianca. Con una novità: quest’anno si è allargata, comprendendo le Scuderie della Rocca dei Rossi a San Secondo Parmense (città famosa anche per la Spalla Cotta), dove è collocato il Museo della Nebbia, istallazione temporanea aperta tutti i fine settimana di November Porc (venerdì 17-19, sabato e domenica 10-12:30; 15-19), che vuole far riflettere sul lato buono della nebbia, ovvero quella capacità di aiutare la stagionatura di eccellenze quali Culatello, Pamigiano Reggiano, Strolghino, Fortana IGT e di rendere ancor più suggestivo il paesaggio della Bassa parmense.

A proposito di suggestioni, va detto che a Zibello, accanto al meraviglioso Chiostro dell’ex convento dei Padri Domenicani, c’è un Museo del Cinema di notevole interesse per la collezione Narducci ed il Museo della Civiltà Contadina, con tantissime curiosità legate a mestieri ormai scomparsi o praticati con altri strumenti.

November Porc a Zibello ha come “sottotitolo” Piaceri e delizie alla Corte di Re Culatello, una indicazione comprensibile se si considera che la città è anche simbolo della massima eccellenza di questo salume ormai diffuso ed apprezzato in tutto il mondo: la Denominazione è Culatello di ZIBELLO DOP, di cui solo quelli perfetti possono fregiarsi.

E all’insegna della qualità è la musica dei due DJ Riverbros, che aprirà la “tappa” venerdì sera nel PALAPORC, la tensostruttura riscaldata e collocata in piazza Garibaldi per essere stand gastro centrale e luogo per ascoltare musica, deliziarsi con piatti tipici e, per i giovani, assaporare l’esclusivo McPorc annafiandolo con Birra MENABREA (sponsor ufficiale).

Poi, sabato 18 novembre, in mattinata, apre il mercato, dove, i prodotti della Bassa parmense saranno fianco a fianco con specialità provenienti dalle più importanti zone di produzione italiane (ad esempio dolci siciliani e Gorgonzola Dop lombardo, liquori trentini e Panigaccio della Lunigiana).

November Porc non è una kermesse legata solo alla cultura del cibo, ma ha sfaccettature diverse, modi di interagire con i visitatori, cercando di fornire elementi culturali a più vasto raggio. Così, sabato mattina il Teatro Pallavicino (da visitare, non fosse altro per la curiosità di vedere un teatro al primo piano) ospita un incontro in cui si inaugurerà la mostra fotografica di Fabrizio Martelli “La violenza sulle donne in 16 scatti” (motivo in più per salire le scale ed entrare in Teatro) e, nel Chiostro dei Domenicani, la “panchina rossa” a testimonianza delle vittime di femminicidio. E’ un modo per porre l’attenzione su un dramma nelle giornate che l’ONU riserva ad una riflessione mondiale sul fenomeno criminoso. Un altro motivo per visitare il Teatro viene dall’esibizione di sabato 18, alle ore 16, dell’Orchestra Giovanile “I Fiatoni”.

Ritornando al programma di November Porc, alle ore 12, apertura del PalaPorc per il pranzo, giornata di intrattenimento e per cena, ecco la notte giovane, con Dj, conduttori di Radio Bruno (official network) e la Klakson Band.

Domenica, con la riapertura del Mercato inizieranno anche intrattenimenti, poi in tarda mattinata si assisterà alla preparazione dello Strolghino che avvolgerà la piazza e alcuni tratti di strada. Lo Strolghino (salame da consumare poco stagionato e preparato con carne di Culatello) poi, verrà tagliato in pezzetti e fritto, e sarà distribuito, alle 15:30 circa, gratuitamente, a tutti i presenti. Anche a quelli che si saranno deliziati coi piatti fatti dai volontari nelle grandi cucine del PalaPorc.

Fra gli intrattenimenti della kermesse, c’è il Tiro al Salame, gioco ufficiale diNovember Porc, gestito dal Circolo Cultori ed Estimatori del Suino, dove ci si diverte vincendo salami e, in ogni caso, si fa della beneficenza.

November Porc ha anche una mascotte, PIGLY, e una “linea” di abbigliamento (felpa, maglietta, grembiule, berrettino) ed oggettistica. La new entry 2017 è la shopper, verde, come tutta la “linea”, che quest’anno è green. Il tutto allo STORE di NP, dove, accanto, c’è la mescita della Birra MENABREA.

Per tutto il mese, i ristoranti aderenti alla Strada del Culatello di Zibello propongono “A Tavola con November Porc”, ovvero menù a base di maiale a prezzo concordato (meglio prenotare).

November Porc è “prodotto turistico” completo, anche grazie ai pacchetti di due qualificate Agenzie di Viaggi, che hanno predisposto, per chi viene da lontano, proposte da 1 o due giorni: Parma Incoming e Food Valley Travel.

E a proposito di viaggi, la FIABS di Parma dà appuntamento intorno alle ore 9 in via Bizzocchero per aggregarsi al gruppo di cicloamatori che si spingeranno, in bici, dal capoluogo a Zibello domenica 19.

 

NOVEMBER PORC è organizzato da Strada del Culatello di Zibello DOP, con il sostegno dei Comuni interessati, Provincia di Parma, APT Servizi e Regione Emilia Romagna.

 

Per info: Strada del Culatello 3343656632 – www.stradadelculatellodizibello.it

 segreteria@novemberporc.it - App: novemberporctour

 

Ufficio Stampa: Adalberto Erani  335 5711478

Mail: adalberto.erani@gmail.com

NOVEMBER PORC a Zibello: invito alla …. Corte di Re Culatello

La “tappa” della manifestazione abbraccia il centro rinascimentale della città-simbolo del Re dei salumi – Il mercato si terrà anche nel Chiostro dei Padri Domenicani – Le “panchine rosse” – E domenica, dopo la distribuzione dello Strolghino più lungo, concerto in quel “gioiello” che è Teatro Pallavicino

 

NOVEMBER PORC …. Speriamo ci sia la nebbia! “fa tappa” a Zibello da venerdì 17 a domenica 19 novembre. La manifestazione della Strada del Culatello di Zibello DOP è itinerante e si tiene in una località della Bassa diversa per ognuno dei fine settimana di novembre, pertanto dal 24 al 26 sarà a Roccabianca. Con una novità: quest’anno si è allargata, comprendendo le Scuderie della Rocca dei Rossi a San Secondo Parmense (città famosa anche per la Spalla Cotta), dove è collocato il Museo della Nebbia, istallazione temporanea aperta tutti i fine settimana di November Porc (venerdì 17-19, sabato e domenica 10-12:30; 15-19), che vuole far riflettere sul lato buono della nebbia, ovvero quella capacità di aiutare la stagionatura di eccellenze quali Culatello, Pamigiano Reggiano, Strolghino, Fortana IGT e di rendere ancor più suggestivo il paesaggio della Bassa parmense.

A proposito di suggestioni, va detto che a Zibello, accanto al meraviglioso Chiostro dell’ex convento dei Padri Domenicani, c’è un Museo del Cinema di notevole interesse per la collezione Narducci ed il Museo della Civiltà Contadina, con tantissime curiosità legate a mestieri ormai scomparsi o praticati con altri strumenti.

November Porc a Zibello ha come “sottotitolo” Piaceri e delizie alla Corte di Re Culatello, una indicazione comprensibile se si considera che la città è anche simbolo della massima eccellenza di questo salume ormai diffuso ed apprezzato in tutto il mondo: la Denominazione è Culatello di ZIBELLO DOP, di cui solo quelli perfetti possono fregiarsi.

E all’insegna della qualità è la musica dei due DJ Riverbros, che aprirà la “tappa” venerdì sera nel PALAPORC, la tensostruttura riscaldata e collocata in piazza Garibaldi per essere stand gastro centrale e luogo per ascoltare musica, deliziarsi con piatti tipici e, per i giovani, assaporare l’esclusivo McPorc annafiandolo con Birra MENABREA (sponsor ufficiale).

Poi, sabato 18 novembre, in mattinata, apre il mercato, dove, i prodotti della Bassa parmense saranno fianco a fianco con specialità provenienti dalle più importanti zone di produzione italiane (ad esempio dolci siciliani e Gorgonzola Dop lombardo, liquori trentini e Panigaccio della Lunigiana).

November Porc non è una kermesse legata solo alla cultura del cibo, ma ha sfaccettature diverse, modi di interagire con i visitatori, cercando di fornire elementi culturali a più vasto raggio. Così, sabato mattina il Teatro Pallavicino (da visitare, non fosse altro per la curiosità di vedere un teatro al primo piano) ospita un incontro in cui si inaugurerà la mostra fotografica di Fabrizio Martelli “La violenza sulle donne in 16 scatti” (motivo in più per salire le scale ed entrare in Teatro) e, nel Chiostro dei Domenicani, la “panchina rossa” a testimonianza delle vittime di femminicidio. E’ un modo per porre l’attenzione su un dramma nelle giornate che l’ONU riserva ad una riflessione mondiale sul fenomeno criminoso. Un altro motivo per visitare il Teatro viene dall’esibizione di sabato 18, alle ore 16, dell’Orchestra Giovanile “I Fiatoni”.

Ritornando al programma di November Porc, alle ore 12, apertura del PalaPorc per il pranzo, giornata di intrattenimento e per cena, ecco la notte giovane, con Dj, conduttori di Radio Bruno (official network) e la Klakson Band.

Domenica, con la riapertura del Mercato inizieranno anche intrattenimenti, poi in tarda mattinata si assisterà alla preparazione dello Strolghino che avvolgerà la piazza e alcuni tratti di strada. Lo Strolghino (salame da consumare poco stagionato e preparato con carne di Culatello) poi, verrà tagliato in pezzetti e fritto, e sarà distribuito, alle 15:30 circa, gratuitamente, a tutti i presenti. Anche a quelli che si saranno deliziati coi piatti fatti dai volontari nelle grandi cucine del PalaPorc.

Fra gli intrattenimenti della kermesse, c’è il Tiro al Salame, gioco ufficiale diNovember Porc, gestito dal Circolo Cultori ed Estimatori del Suino, dove ci si diverte vincendo salami e, in ogni caso, si fa della beneficenza.

November Porc ha anche una mascotte, PIGLY, e una “linea” di abbigliamento (felpa, maglietta, grembiule, berrettino) ed oggettistica. La new entry 2017 è la shopper, verde, come tutta la “linea”, che quest’anno è green. Il tutto allo STORE di NP, dove, accanto, c’è la mescita della Birra MENABREA.

Per tutto il mese, i ristoranti aderenti alla Strada del Culatello di Zibello propongono “A Tavola con November Porc”, ovvero menù a base di maiale a prezzo concordato (meglio prenotare).

November Porc è “prodotto turistico” completo, anche grazie ai pacchetti di due qualificate Agenzie di Viaggi, che hanno predisposto, per chi viene da lontano, proposte da 1 o due giorni: Parma Incoming e Food Valley Travel.

E a proposito di viaggi, la FIABS di Parma dà appuntamento intorno alle ore 9 in via Bizzocchero per aggregarsi al gruppo di cicloamatori che si spingeranno, in bici, dal capoluogo a Zibello domenica 19.

 

NOVEMBER PORC è organizzato da Strada del Culatello di Zibello DOP, con il sostegno dei Comuni interessati, Provincia di Parma, APT Servizi e Regione Emilia Romagna.

 

Per info: Strada del Culatello 3343656632 – www.stradadelculatellodizibello.it

 segreteria@novemberporc.it - App: novemberporctour

 

Ufficio Stampa: Adalberto Erani  335 5711478

Mail: adalberto.erani@gmail.com

Glossario

  • Culatello

    Il culatello viene comunemente identificato come un salume insaccato in un involucro naturale, che solitamente è la vescica del maiale. Grazie anche al prestigioso riconoscimento Europeo di Denominazione d’Origine Protetta – DOP (ottenuto con regolamento CE n°1263/96). Un prodotto di salumeria costituito dalla parte anatomica del fascio di muscoli crurali posteriori ed interni della coscia del suino, opportunamente mondati in superficie e rifilati fino ad ottenere la classica forma a “pera”.

  • Strolghino

    É un piccolo salame tipico della Bassa Parmense, è prodotto con la carne ottenuta dalla lavorazione del Culatello. La scelta accurata delle carni e degli ingredienti è una fase essenziale per la buona riuscita del salame. E dopo la macinatura, l’impasto viene insaccato in un budello estremamente sottile che ne accelera l’asciugatura e lo porta a maturazione in poco tempo.Delicato e leggero nel gusto, va mangiato ancora morbido.

  • Spalla cotta

    La spalla cotta di San Secondo è un prelibato salume tradizionale di Parma che viene prodotto in un’area ristretta della pianura parmense, di cui San Secondo è l’epicentro.La spalla cotta è ricavata dalla spalla anteriore del suino, la scapola, che dopo essere stata disossata, viene fatta riposare cruda negli aromi per 15 giorni. Trascorso questo periodo, viene legata a mano in modo da conferire al salume l’aspetto di una grossa sfera, quindi viene fatta stagionare per 25/30 giorni.

Documentazione correlata